IT

Il programma KiSS è stato istituito nel 2013 e il circuito toscano è stato il primo a ospitare un evento KiSS. Questo primo evento ha segnato l'inizio di una serie di manifestazioni tenute in circuiti di tutto il mondo. La FIM si è fatta promotrice di questo progetto con il supporto di Yamaha Motor Racing, DORNA, IRTA e ogni circuito. Il progetto ha rapidamente guadagnato consensi ed è diventato un programma di organizzazione di eventi sostenibili di punta della FIM, attirando altre discipline. Oggi sono stati organizzati eventi KiSS nell'enduro, nei rally, nello speedway, nel trial, nelle supermoto, nell'ISDE e in quattro unioni continentali, a dimostrazione dell'impatto globale dei nostri sforzi collettivi.

Ogni evento KiSS è unico e personalizzato in base agli obiettivi e ai requisiti specifici dell'organizzatore. Gli esperti della FIM collaborano con la Federazione nazionale, l'organizzatore, il responsabile della sostenibilità, i promotori e altre parti interessate per progettare l'evento. Il programma KiSS pone l'accento sulla collaborazione, la partnership e l'integrazione di tutte le parti coinvolte. L'organizzazione degli eventi KiSS si concentra principalmente sugli aspetti sociali e ambientali della sostenibilità.

Il rispetto del Codice Ambientale FIM e di altre normative nazionali o regionali orientate alla tutela dell'ambiente sono obbligatori. Il programma ha incorporato la comunità locale e altre azioni volte all'azione per il clima, alla biodiversità, all'inclusione, al cibo di prossimità e alla raccolta delle eccedenze alimentari. Per il successo degli eventi sportivi sostenibili è necessaria la collaborazione di tutte le parti interessate, che è l'essenza di questo progetto.

Sin dall'inizio, il KiSS Mugello è stato uno sforzo collaborativo, con la partecipazione di tutti i settori e le associazioni sociali che hanno svolto un ruolo cruciale. Questo approccio collettivo è stato fondamentale per sensibilizzare i partecipanti sulla necessità di ridurre i rifiuti e migliorare i comportamenti collettivi.

Negli oltre dieci anni trascorsi dall'inizio di KiSS Mugello, il progetto si è evoluto. L'Autodromo del Mugello è uno dei circuiti più importanti al mondo, dove la sostenibilità gioca un ruolo fondamentale. Il suo impegno per la sostenibilità garantisce il successo dell'evento e ha svolto un ruolo significativo. Quest'anno la biodiversità è in pole position, e non è una coincidenza. Il circuito si trova in una delle regioni più raggiungibili in termini di biodiversità e ha un buon record di promozione della biodiversità nella regione.

 

Fatti sulla biodiversità nel Circuito del Mugello
- L'Autodromo del Mugello è un polmone verde di indubbia importanza, poiché presenta 900.000 m2 di aree verdi e 300.000 m2 di aree boschive, in cui sono stati piantati 254 alberi nel periodo 2020-2021. Grazie ai due pioppi (bianco e italico) si stima un'assimilazione di circa 103.886 kg di CO2 (103.886 t di CO2).

- Il circuito cura e protegge la flora presente. Ha inoltre attivato diversi importanti progetti volti a proteggere in egual misura la sua fauna. Ogni anno, infatti, vengono effettuate catture preventive di animali selvatici con l'Ambito Territoriale di Caccia di Firenze per meglio tutelare l'ambiente e promuovere la biodiversità.

- Sono stati inoltre allestiti nidi per gli uccelli migratori e mangiatoie per i daini.

- L'area del circuito è particolarmente adatta all'insediamento di diverse specie di animali. Tra le tante, troviamo caprioli e daini, ma anche volpi, cinghiali e istrici. Quest'inverno sono stati posizionati altri nidi per gli uccelli migratori e mangiatoie per i cerbiatti.

- Quest'anno il Mugello ha adottato 120000 api che vivranno all'interno della San Donato.

 

La biodiversità protagonista dell'undicesima edizione di KiSS Mugello

In questa edizione, la straordinaria biodiversità della Valle del Mugello sarà promossa e fatta conoscere attraverso vari strumenti e modalità di coinvolgimento del pubblico e degli addetti ai lavori: giochi e pannelli informativi racconteranno le curiosità e le caratteristiche della flora e della fauna del territorio in cui il circuito è immerso.

Il circuito ha dedicato un'area speciale per ospitare le arnie per l'impollinazione delle api per lanciare un forte messaggio di sensibilizzazione sull'importanza delle api per l'ecosistema e la biodiversità. Giovedì 30 maggio, alcuni piloti hanno visitato il sito e hanno partecipato a una dimostrazione dell'organizzazione delle arnie e a una conversazione con un esperto che ha spiegato l'importanza di questa specie per la conservazione della biodiversità.

Questa edizione di KiSS Mugello prevede anche altre attività volte a ridurre l'impronta di carbonio con il corretto riciclo delle bottiglie in PET scartate durante l'evento. Questa call-to-action per la raccolta delle bottiglie in PET è promossa da COREPLA (Consorzio Nazionale per la Raccolta, il Riciclaggio e il Recupero degli Imballaggi in Plastica), e coinvolgerà le hospitality dei team, il ristorante del circuito e il MotoGP VIP Village™ con il posizionamento di contenitori personalizzati per la raccolta. Inoltre, un eco-compattatore incentivante sarà posizionato presso l'info desk KiSS Mugello nell'area paddock, e alcuni “green ranger” si muoveranno tra il pubblico per sensibilizzare al corretto smaltimento delle bottiglie in PET e alla loro raccolta tramite appositi zaini personalizzati.

KiSS Mugello incorpora fortemente anche la dimensione sociale della sostenibilità. Ogni anno viene organizzata una passeggiata solidale nei pozzi e le eccedenze alimentari vengono raccolte e donate a una ONG locale.

Oltre alle attività specifiche del KiSS, l'evento è completato dalle azioni permanenti condotte da Dorna e dalla FIM in conformità con le Linee Guida per gli Eventi basate sul Codice Ambientale della FIM, per la misurazione e la riduzione delle emissioni di gas serra, ad esempio, l'incorporazione di combustibili non fossili entro il 2024, il carburante in tutte le classi del MotoGP™ sarà di origine non fossile per un minimo del 40%, ed entro il 2027, il carburante in tutte le classi del MotoGP™ sarà di origine non fossile al 100%.

 

Il CIV, Campionato Italiano Velocità, è la massima espressione del motociclismo su pista a livello nazionale. Un Campionato che si corre sui migliori circuiti italiani (Imola, Misano, Mugello e Vallelunga) con un format consolidato: 6 appuntamenti l'anno, con doppie gare per ogni weekend, una manche al sabato e una alla domenica. Per un totale di 12 gare l'anno. Le categorie che compongono il CIV sono: Superbike, Supersport 600 NG, Moto3, Premoto3 e Supersport 300.

Da venerdì 21 a domenica 23 giugno il CIV farà tappa sullo storico circuito del Mugello. Un fine settimana che, dopo l'avvio di Misano ad inizio aprile e il secondo appuntamento di Vallelunga a fine maggio, vedrà quindi il terzo round di stagione andare in scena sui saliscendi della pista toscana. Pirro, Delbianco e Bernardi in Superbike. Stirpe, Ottaviani e Giombini nella Supersport 600. Questi sono solo alcuni dei protagonisti che tutti gli appassionati potranno vedere in pista, insieme ai Talenti Azzurri FMI, i giovani italiani più promettenti. Vieni a vivere dal vivo le emozioni del round Just1 del CIV al Mugello.

Pecco Bagnaia e la Ducati mandano in estasi il Mugello, dominando un fine settimana fantastico che ha registrato ben 156.000 spettatori (82.000 la domenica).  

La giornata di gara è stata un susseguirsi di emozioni a partire dalla parata dei piloti in pista, la Hero Walk e poi la griglia con gli sbandieratori di Castel San Barnaba, tenore Maurizio Marchioni  fiorentino d’adozione e poi lo spettacolare passaggio degli Eurofighter del 51° Stormo di Istrana.

 

Pronti, via, il campione del mondo in carica con una partenza mostruosa ha recuperato 4 posizioni e alla seconda curva  ha preso la testa del gruppo per poi condurre la sua Desmosedici, colorata di azzurro in omaggio alle Nazionali italiane dello sport, fino al traguardo finale.

Una vittoria, la terza consecutiva sul circuito del Mugello, che conferma l'acuto nella Sprint Race di sabato pomeriggio.

Secondo il suo compagno di squadra Enea Bastianini. La Bestia, a due giri dalla fine, supera prima Marc Marquez, per poi compiere una impresa all'ultima curva scavalcando anche il leader del mondiale Martin che chiude terzo. Ai piedi del podio Marc Marquez e il fenomeno Pedro Acosta.

La festa è continuata poi sul podio con il Dj Ilario Alicante, livornese ma star internazionale, che ha fatto ballare la marea rossa che ha invaso la pista come da tradizione.  

Insomma, un modo niente male per festeggiare la Festa della Repubblica.

 

Oggi i motori tornano a rombare con una giornata di test per tutte le squadre della MotoGP.

L’accesso al prato è gratuito.

Per ogni informazione www.mugellocircuit.com

 

L'Autodromo del Mugello è stato premiato dalla FIM (Federazione Internazionale di Motociclismo) per i suoi continui sforzi nel sostegno e nel miglioramento della sostenibilità. Un prezioso riconoscimento che testimonia ancora una volta quanto l'impianto di proprietà Ferrari sia all'avanguardia.

"Questo riconoscimento testimonia tutti gli sforzi che il circuito sta facendo sotto questo aspetto. Avete iniziato undici anni fa con il programma Kiss Mugello e guardate dove siete arrivati adesso. Questa è una testimonianza di quanto ci tenete al tema della sostenibilità. Grazie anche per il vostro impegno nella biodiversità che sicuramente ci sarà d'aiuto per sostenere la natura e il suo ecosistema", le parole di Katia, membra della FIM.

Una volta ricevuto il premio, il direttore dell'Autodromo Paolo Poli, oltre a dichiararsi entusiasta, ha messo in evidenza il grande lavoro svolto per il raggiungimento di questo fondamentale traguardo: "Ogni anno ci sforziamo per mantenere e proteggere la biodiversità con qualcosa di nuovo. Credo che quello che abbiamo fatto fino ad ora sia davvero qualcosa di importante per lo sport, per la natura, per il mondo e per le nostre vite. Grazie a te Katia e alla federazione che ci avete sostenuto e ci sostenete in questa lunga corsa. E siamo solo all'inizio". 

 

E per un grande evento come quello della MotoGp al Circuito del Mugello non poteva non esserci un grande Dj. Stiamo parlando di Ilario Alicante, livornese con la passione per la musica fin da piccolo, che quest'anno farà ballare e divertire tutti i fan delle due ruote che, a fine gara, domenica 2 giugno, si riverseranno sotto i piedi del podio per l'After Podium Show durante la consueta e sacra invasione di pista.

Dai mix nella sua cameretta fino a eventi come il Circoloco e il Cocoon, girando tra Italia, Germania e Spagna, innamorato della musica house con sfumature e cadenze latine, minimal techno e elettroniche, Alicante si consacra nel panorama internazionale con la sua "Vacaciones en Chile".

E' l'artista più giovane della storia a mettere piede nella celebre consolle del Time Warp 2008 di Rotterdam. Nel 2016 la sintesi del suo percorso si materializza nella sua ultima creazione: "VIRGO Transmission", un laboratorio dove Ilario sperimenta suoni avvalendosi di numerose collaborazioni.

Nel 2019 arriva infatti quella celebre con Giorgio Moroder coronata dal party in Italia che li ha visti protagonisti. Nel 2020 in occasione della pandemia per Covid19, Ilario celebra la fine del lockdown con la leggendaria performance all'Albero della Vita a Milano arrivando a più di 1 milione di visualizzazioni in 130 paesi di tutto il mondo.

Il 2022 ed il 2023 sono due anni nei quali diventa protagonista di esclusivi b2b con i più grandi esponenti del suo genere musicale. E adesso Ilario, non ha nessuna intenzione di fermarsi, anzi è prontissimo per scatenarsi sopra il rettilineo del Mugello!

E dopo l'inno di Mameli cantato dal tenore Maurizio Marchini le sorprese all'Autodromo del Mugello per domenica 2 giugno non finiscano qui. Una volta terminata l'ultima nota del canto nazionale infatti, una formazione di tre caccia Eurofighter del 51° Stormo dell'Aeronautica Militare sorvolerà la griglia di partenza. Uno splendido momento per celebrare nel migliore dei modi il Gran Premio d'Italia.

La presenza degli Eurofighter a questa importante manifestazione sportiva vuole onorare un connubio consolidato ed una naturale affinità, che accomunano l'Aeronautica Militare al mondo dello sport motoristico: la ricerca costante dell'innovazione e della tecnologia, accompagnate a professionalità, dedizione e costante addestramento sono caratteristiche ben presenti tanto nei Reparti dell'Aeronautica Militare quanto nei team del Moto GP.

I velivoli militari Eurofighter del 51° Stormo di Istrana assicurano, insieme agli Eurofighter del 4°, 36°, 37° Stormo e agli F-35 del 32° Stormo, la difesa aerea e il servizio di Quick Reaction Alert della NATO, sia in ambito nazionale che internazionale a protezione dei cieli dei paesi dell'Alleanza Atlantica.

Una sprint perfetta, dominata dall'inizio alla fine. Si conclude così il sabato di gloria di Pecco Bagnaia che trionfa nella mini gara del sabato. Il n.1 della Ducati parte a razzo riuscendo a rimanere in sella alla sua Desmosedici fino al traguardo finale. 

Secondo posto per Marc Marquez che dopo una partenza non perfetta riesce a rimontare con dei sorpassi degni della sua fama. Completa il podio il fenomeno della GasGas Pedro Acosta

Ai piedi del podio un magnifico Franco Morbidelli, partito sesto e arrivato quarto alla bandiera a scacchi, seguito da Maverick Vinales.

E Martin? Il leader del mondiale ha perso il controllo della sua Ducati uscendo alla San Donato. Out anche Bastianini dopo un contatto proprio con il n.89.

In ottica mondiale Martinator rimanere in testa alla classifica con 27 punti di vantaggio su Bagnaia e 32 su Marquez.

A fine gara Nuvola Rossa ha caricato ancora di più, come se ce ne fosse bisogno, il circuito del Mugello in vista della gara di domani: "E' stato incredibile. Mi sono goduto ogni giro. La moto funziona perfettamente. Nel GP sarà dura, ma concludere una Sprint è positivo. Vincere qui, davanti a questo pubblico, è davvero incredibile".

 

Sotto un sole splendente Jorge Martin scatterà dalla pole position nel Gp d'Italia con il tempo record di 1'44.504 per il circuito del Mugello. Pecco Bagnaia battuto per soli 43 millesimi, anche se domenica dovrà scontare 3 posizioni di penalità in griglia. Completa la prima fila Maverick Vinales, confermando quanto fatto di buono nella prima sessione di prove libere.

Seconda fila per Marc Marquez caduto in curva 11 a pochi minuti dalla conclusione del Q1. Dietro allo spagnolo, la coppia tutta italiana formata da Enea Bastianini e Franco Morbidelli. Completano la top10 Pedro Acosta, Alex Marquez, Aleix Espargaro e Alex Rins.

Un compito non semplicissimo per Nuvola Rossa, ma che spinto dal fantastico pubblico in tribuna e sulle colline, proverà sicuramente a compiere l'impresa di portare ancora il suo numero 1 sul gradino più alto del podio.